FESSURA

LA SCARPA ELASTICA SENZA UNA FABBRICA

L’idea di Andrea Vecchiola, oggi “ragazzo” di 43 anni «con il design di calzature nel dna» laureato in economia , era quella di creare «una scarpa innovativa senza una fabbrica». Invece che ispirarsi al classico, tentò la sperimentazione lanciandosi in un prodotto che a molti sembra ancor oggi un oggetto futuristico: una scarpa che ha una suola fissa e una tomaia intercambiabile. La parte superiore è un elastico (di qualità) che ruota attorno ad un guscio di gomma e si attacca alla suola grazie alle fessure, che danno il nome alla marca.